PARTYCLOUD CHALLENGE PER GENOVA: il vincitore è uno studente fridericiano

Il 30 novembre, durante l’evento meneghino di Codemotion, è stato premiato il vincitore dell’hackathon per la lotta agli abusi nel conferimento dei rifiuti urbani.
L'idea vincitrice è opera di uno studente del corso di Laurea in Ingegneria Informatica dell'Università degli Studi di Napoli Federico II.

La premiazione del vincitore dell’hackathon PARTYCLOUD CHALLENGE PER GENOVA è avvenuta il 30 novembre in occasione della sessione milanese di Codemotion, la più grande manifestazione Italiana dedicata agli sviluppatori. La sfida, lanciata il 20 settembre scorso, aveva l’obiettivo di trovare soluzioni per rendere più efficace la lotta del Comune di Genova nei riguardi degli abusi nel conferimento dei rifiuti urbani, in particolare di quelli ingombranti dismessi in zone non autorizzate generando degrado e disagi.

Il contest prevedeva lo sviluppo di un prototipo di applicazione informatica che, tramite software e algoritmi di image recognition, permettesse l’individuazione di eventuali abusi e la loro segnalazione in tempo reale tramite sms e altri strumenti. 

La giuria, composta da rappresentanti del Comune, dell’AMIU, di IBM, DOCK, Codemotion e LifeGate, ha valutato i lavori secondo i seguenti criteri: utilità e valore dell’applicazione proposta, la sua attinenza al challenge, l’esecuzione tecnica e la presenza di uno schema architetturale dell’applicazione, il suo design, user experience, creatività e innovatività.

La soluzione proposta permette di individuare in tempo reale il conferimento abusivo e distinguere tipologia, posizione e ingombro del rifiuto. Propone infatti una dashboard per la segnalazione immediata degli abusi e offre la possibilità di ottimizzare il riempimento degli automezzi per capacità di carico e di pianificare il migliore itinerario di raccolta nel turno di lavoro.